Pesantezza alle gambe

La pesantezza legata alle gambe, non sempre è sinonimo di gravità della situazione, infatti, ci sono dei casi in cui questa si presenta anche solo a seguito di un’eccessiva attività fisica o ad una camminata prolungata e difficoltosa. In altri casi, invece, può essere il campanello d’allarme, legato ad una patologia molto più grave che necessita di un controllo mirato e dedicato, legato soprattutto ad una circolazione del sangue rallentata o problematica.

In queste circostanze, si potrebbe avere a che fare con una flebite o trombosi venosa profonda, che si manifestano con un dolore intenso ed acuto, con gonfiore calore e crampi dolorosi. In caso di vene varicose, si può arrivare ad una estrema pesantezza delle gambe, accompagnate da gonfiore, dilatazione e formicolii. Non è sicuramente una forma da non tenere in considerazione, in quanto dopo i primi sintomi leggeri si scatenano molte patologie gravi e meno gravi, ma comunque da trattare al meglio.

Cause e rimedi

Le cause scatenanti possono essere molteplici e variano da soggetto a soggetto. Tra le più comuni troviamo:

  • Alimentazione errata
  • Sedentarietà
  • Obesità
  • Assunzione di farmaci
  • Assunzione di pillole anticoncezionali
  • Stitichezza
  • Fumo e Alcol
  • Attività lavorativa che richiede di stare molte ore in piedi, senza la possibilità di riposo

E’ fondamentale, a seguito dei primi sintomi, consultare immediatamente il proprio medico di fiducia, anche se questi non sono immediatamente riconducibili alle cause delle vene varicose.

I rimedi che si possono attuare, al fine di alleggerire la sensazione di pesantezza alle gambe, sono i seguenti:

  • miglioramento del proprio stile di vita, cercando di adottare un’alimentazione sana, idratandosi con almeno due litri di acqua al giorno e cercando di muoversi e camminare, per trenta minuti ogni giorno;
  • dormire con le gambe semi alzate, con l’aiuto di un cuscino;
  • prima di andare a dormire, applicare olii essenziali di lavanda, limone, menta oppure rosmarino, sulla zona di interesse e massaggiare delicatamente dal basso verso l’alto, per sollecitare e ravvivare la circolazione del sangue;
  • assumere rimedi naturali via orale, come vite rossa – mirtillo – ippocastano e centella. Questi sono rimedi naturali appositi per la stimolazione della corretta circolazione sanguigna;
  • assunzione di tisane rigeneranti, che possono andare a lavorare direttamente sulla pesantezza delle gambe e la loro relativa rigenerazione.

In caso di persistenza, il medico dovrà effettuare differenti esami, tra cui un ecodoppler mirato, per verificare lo stato delle vene varicose e verificando quale metodo possa essere utile al fine di risolvere la situazione, quanto prima.