Vene varicose: le cause

Tanti uomini e moltissime donne soffrono di vene varicose; al di là del fatto che i vasi sanguigni superficiali si trasformano in antiestetici cordoni molli di colore tendente al viola, questo problema può dare origine a diversi fastidi come gonfiori, dolori e crampi alle gambe. Ma quali sono le cause delle vene varicose?

Cause e fattori di rischio delle vene varicose

A dire il vero la patologia può essere legata a diverse cause. Può incidere parecchio il fattore ereditario: più è stretto il grado di parentela con il membro della famiglia che soffre di questo problema (madre, zia, nonna), maggiori saranno le probabilità di avere a che fare in prima persona con le varici. Altro fattore molto importante è l’età: le valvole e le vene con il passare degli anni possono perdere la loro elasticità; il sangue torna indietro più lentamente del dovuto e inizia a premere contro le pareti venose. Può incidere anche la gravidanza: questa è una fase della vita che mette a durissima prova il corpo delle donne; in questo periodo il volume sanguigno nel corpo aumenta, ma al contempo diminuisce l’afflusso dalle gambe alla cintola pelvica; sono aggiustamenti perfetti per favorire la crescita del feto, ma le vene possono tendere ad espandersi per la pressione che viene esercitata dall’utero.

Spesso si dice che una delle cause principali delle vene varicose sta nel mantenimento della posizione eretta per troppe ore durante il giorno, ma i cosiddetti fattori di rischio possono essere diversi. Rientrano tra questi l’obesità (il peso eccessivo non aiuta di certo), il sesso (purtroppo le varici rappresentano un problema tipicamente femminile), le alterazioni congenite delle vene, l’ipertensione venosa, la deficienza della pompa muscolare, l’utilizzo della pillola anticoncezionale e i problemi di stitichezza. Naturalmente anche lo stile di vita può avere una certa responsabilità: la sedentarietà e il poco movimento fisico sono sempre da evitare, ma non bisogna neanche esagerare con gli abiti troppo aderenti, con il fumo e con le scarpe con il tacco alto.

La prevenzione: cosa fare e cosa non fare

Ora che si conoscono le cause delle vene varicose è arrivato il momento di aprire una piccola finestra sull’importanza della prevenzione. È vero che ci sono dei fattori sui quali non si ha alcun tipo di controllo (l’ereditarietà ad esempio), ma ci sono dei comportamenti da seguire che possono aiutare a non far comparire il problema o, quanto meno, ridurne la portata. Innanzi tutto bisogna cercare di mantenere il peso ideale, poi non si deve fare a meno dell’attività fisica (magari evitando gli sport che richiedono scatti o movimento bruschi). Si possono indossare le calze elastiche compressive, bisogna bere molto e consumare ortaggi che hanno un colore blu o viola; mentre vanno invece evitati o ridotti gli alimenti a base di cioccolato e caffeina. Non bisogna stare per troppe ore in posizione eretta, ridurre il consumo di alcol e fune, evitare di stare per troppo tempo espoti al calore, non indossare abiti o indumenti intimi troppo stretti che possono ostacolare la circolazione e non indossare scarpe con i tacchi alti.